A Tradate 24 nuovi alloggi Aler che sono ‘modello’ di rigenerazione urbana

10
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Presidente e Assessore Casa: azione concreta per e con il territorio

Il presidente della Regione Lombardia e l’assessore alla Casa e Housing sociale hanno partecipato, venerdì 29 luglio, a Tradate (Varese), alla cerimonia di inaugurazione di 24 nuovi alloggi Aler.

Gli alloggi Aler di via Broggi a Tradate

Gli appartamenti realizzati in via Broggi, dopo la demolizione dei vecchi stabili costruiti negli anni ’70, sono stati completati grazie al finanziamento di oltre 3 milioni del Piano Nazionale Edilizia Abitativa.

Intervento per il rione Pineta

L’intervento è mirato a risolvere il problema del degrado nel rione Pineta. Il progetto è particolarmente virtuoso anche perché ha previsto interventi di ristrutturazione nel rispetto del consumo di suolo. I criteri di assegnazione sono fissati e la priorità è di privilegiare il ‘cambio alloggio’ per famiglie che, ad esempio, sono residenti in spazi troppo stretti o che hanno bisogno di essere ristrutturati.

In linea con obiettivi della Regione

“L’inaugurazione – ha commentato il presidente – è in linea con gli obiettivi prefissati a inizio Legislatura: riqualificazione, efficientamento energetico, riduzione del consumo di suolo. Confermiamo la concretezza del nostro modo agire con azioni attuate e da attuare nell’esclusivo bene dei cittadini”.

Fondamentale rapporto tra istituzioni

A Tradate il governatore ha inoltre evidenziato che, per affrontare i dossier aperti e le priorità, è fondamentale il rapporto con le istituzioni del territorio e che la realizzazione di questi alloggi è la prova di quanto sia importante questo aspetto. Il finanziamento del Piano Nazionale di Edilizia Abitativa (di oltre 3 milioni) non sarebbe stato così fruttuoso senza la fattiva collaborazione fra Regione, Aler e Comune.

Assessore: il ruolo del ‘Piano Lombardia’

Soddisfatto, alla sua prima uscita istituzionale in questa veste, anche l’assessore regionale alla Casa e Housing sociale. “La chiave di questi interventi – ha detto – è nella sinergia fra gli attori che operano insieme integrando le rispettive politiche”. Ragionando in termini più generali e programmatici l’assessore ha quindi sottolineato quanto importanti siano gli effetti scaturiti anche in questo settore dalle risorse economiche messe a disposizione dalla Regione con il ‘Piano Lombardia’. “Risultati davvero rilevanti – ha aggiunto – anche e soprattutto per i Comuni e per chi vive sul territorio”.

Il ruolo di Aler Varese

“Nei casi specifici di edilizia abitativa pubblica – ha concluso l’assessore – è giusto far comprendere e rimarcare il supporto fondamentale di Aler di Varese in termini di capacità amministrativa, di manutenzione dei quartieri e di cura dell’utenza e gestione sociale”.

I numeri dell’intervento

Fabbricato ubicato a Tradate in via Felice Broggi, 17. Si tratta di una costruzione in linea che si sviluppa su 4 livelli fuori terra (piano terra, piano primo, piano secondo e piano terzo) oltre a un piano interrato.

È un edificio servito da 2 vani scala e da 2 impianti ascensore che, a ogni piano, servono 3 alloggi.

Tipologie di alloggi

I 24 alloggi, di cui 2 destinati a diversamente abili collocati al piano terra della scala A, hanno le seguenti caratteristiche:

  • 7 alloggi della superficie di circa 44 metri quadrati dotati di: 1 locale giorno con angolo cottura, 1 camera matrimoniale, 1 bagno, 1 disimpegno e 1 balconi/terrazzi ai piani primo, secondo e terzo;
  • 15 alloggi della superficie da circa 50 a 65 metri quadrati dotati di: 1 locale giorno con angolo cottura, 2 camere matrimoniali, 1 bagno, 1 disimpegno e 1 balconi/terrazzi ai piani primo, secondo e terzo;
  • 2 alloggi di superficie tra i 70 e i 71 metri quadrati dotati di: 1 locale giorno con angolo cottura, 2 camere matrimoniali, 1 bagno, 1 disimpegno e 1 balconi/terrazzi ai piani primo, secondo e terzo.

Al piano interrato sono collocati 28 posti auto; 24 cantinole; i locali tecnici e 1 deposito biciclette e carrozzine. A questi spazi si accede con cancello automatico con ingresso mediante telecomando messo a disposizione di ogni famiglia oltre a chiave per apertura meccanica.

Caratteristiche tecniche dell’intervento

L’intervento è dotato di:

  • impianto radiante a pavimento per riscaldamento;
  • caldaia a condensazione alimentata a gas;
  • 2 pompe di calore per la produzione di acqua calda sanitaria;
  • cronotermostato ambiente per ogni alloggio;
  • impianto puntuale per ogni alloggio di ventilazione meccanica con recupero del calore;
  • collettore complanare per ogni alloggio;
  • 2 serbatori di accumulo ACS;
  • gruppo contabilizzatore di calore per ogni alloggio situato nel vano tecnico delle parti comuni de fabbricato;
  • gruppo pompe a immersione per autorimessa interrata;
  • rivestimento a cappotto del fabbricato con zoccolino in pietra;
  • vani scala rampe, pianerottoli e disimpegni rivestiti in serizzo taglio sega;
  • linea vita sulla copertura per permettere le manutenzioni in sicurezza;
  • serramenti in PVC con vetri a basso emissivo;
  • portoncini blindati per l’accesso ai 24 alloggi;
  • balconi in ferro zincato;
  • 2 alloggi destinati ai diversamente abili con serramenti con apertura elettrificata per sollevamento avvolgibili in PVC e bagni attrezzati;
  • 24 videocitofoni;
  • 2 ascensori elettrici che servono da piano interrato a piano terzo;
  • impianto fotovoltaico installato in copertura completo di inverter per soddisfare i consumi delle parti elettriche delle zone comuni e degli ascensori elettrici;
  • cucine di ogni alloggio alimentate con piastre elettriche a induzione;
  • 24 cassette postali;
  • cassonetto con 24 misuratori alloggi Enel più 1 per le parti comuni;
  • 24 cassoni in ferro Corten per orti urbani (1 per ogni alloggio);
  • impianto di irrigazione parti comuni a verde annesse al fabbricato;
  • piazzola dedicata alla raccolta differenziata dei rifiuti;
  • 5 parcheggi a raso di pertinenza;
  • colonnina antincendio per autopompa Vigili del fuoco;
  • parco pubblico, opera di urbanizzazione, incluso con giochi per bambini al servizio del fabbricato e degli abitanti del quartiere, che è in gestione all’Amministrazione comunale di Tradate.