A2a:da sostenibilità valore,in 2020 distribuiti 1,8 miliardi

8
Una persona entra nella sede di A2A a Milano, 26 novembre 2020. A2A e Ardian, società privata di investimenti, hanno firmato un Memorandum of Understanding per una cooperazione relativa allo sviluppo dell'utilizzo dell'idrogeno verde. In particolare l'accordo avrà l'obiettivo di identificare potenziali aree di collaborazione per la produzione di idrogeno verde da fonti rinnovabili. ANSA/DANIEL DAL ZENNARO
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

E’ pari a 1,85 miliardi di euro il valore economico distribuito agli stakeholder sui territori nel 2020. E’ quanto emerge dal Bilancio integrato di A2a che conferma l’impegno per lo sviluppo sostenibile e per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Onu.Di 1,85 miliardi distribuiti, la quota maggiore è stata per la remunerazione dell’azienda (678 milioni), del personale (526 milioni) e come trasferimenti alla Pubblica Amministrazione (254 milioni). I contributi a favore della comunità locale, che includono anche le imposte destinate agli enti locali, sono stati pari a 69 milioni di euro. Per quanto riguarda l’indotto, sono stati emessi circa 13 mila ordini per forniture, servizi o lavori per circa 1,9 miliardi di euro (+43% rispetto al 2019).
Il 97% di questo valore è stato destinato a fornitori italiani.
Gli investimenti sono stati pari a 738 milioni (+18% rispetto al 2019), l’80% dei quali dedicati a progetti in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 dell’Onu: il 43% nell’ambito dell’economia circolare e il 57% nella transizione energetica.
“Nell’anno in cui la pandemia provocava una brusca frenata nel percorso di realizzazione degli obiettivi dell’Agenda 2030, A2a non ha ridotto il suo impegno e ha ottenuto significative performance di sostenibilità unite a rilevanti risultati economici”, afferma Marco Patuano, Presidente di A2a.
“I dati del Bilancio Integrato mostrano il miglioramento dei nostri indicatori di sostenibilità. Dalla riduzione del 10% del fattore di emissione nella generazione di energia, al 99,7% dei rifiuti urbani raccolti e avviati a recupero di materia o energia”, sostiene Renato Mazzoncini, amministratore delegato