ATTRACT – VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO

9
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Il Comune di Monza, nell’ambito del Programma AttrACT e della Manifestazione d’interesse per la presentazione di candidature da parte dei comuni lombardi relative all’intervento: “attract- accordi per l’attrattività” (d.d.u.o. n. 3505 del 29 marzo 2017) e relativo Accordo per l’attrattività approvato con d.g.r. n. 1431 del 25/3/2019, partecipa alla riapertura del programma di attrazione investimenti promosso da Regione Lombardia.

Le domande di partecipazione dovranno pervenire entro e non oltre il giorno 30 giugno 2021, al fine di realizzare un censimento delle aree/immobili utili alla presentazione della domanda di candidatura al programma AttrACT.

COS’È L’ACCORDO PER L’ATTRATTIVITÀ

E’ un accordo in cui Comune e Regione Lombardia si impegnano a mettere in atto azioni concrete per favorire gli investimenti sul territorio:

  • definizione di interventi per migliorare e accompagnare i procedimenti che comportano adempimenti amministrativi in capo alle imprese, con l’obiettivo di garantire prospettive ragionevoli e certe di conclusione temporale dei procedimenti e stimolare la sperimentazione di modalità di relazione tra le imprese e la P.A. maggiormente improntate a fiducia e collaborazione;
  • indicazione dei settori merceologici d’interesse prioritario così come delle tipologie d’investimento che, al contrario, si ritengono incompatibili con le caratteristiche e gli obiettivi di sviluppo del territorio locale;
  • definizione di un mix di servizi e/o incentivi a favore degli investitori e delle imprese, a fronte di ampliamenti di attività già esistenti e/o di nuovi investimenti (quali agevolazioni fiscali e tributarie, eventuali contributi, servizi di accompagnamento agli investitori, valutazioni preliminari di fattibilità dell’investimento);
  • proposta di obiettivi particolari e specifici, quali progetti che prevedano alleanze produttive con attori operanti nelle aree di specializzazione territoriale, individuando imprese che rafforzino e/o completino le filiere di specializzazione tecnologica lombarde, anche trasferendo commesse di lavoro sul nostro territorio piuttosto che iniziative rivolte all’attrazione e/o alla creazione di reti con start-up;
  • presenza di meccanismi di cofinanziamento da parte di soggetti pubblici e privati, anche in project financing, rispetto alle ipotesi di investimento sui singoli ambiti territoriali.

Il Comune dovrà impegnarsi ad attuare misure volte a:

  • ridurre la burocrazia
  • diminuire gli oneri a carico delle imprese
  • mettere a disposizione gli strumenti di supporto per facilitare il dialogo con le imprese
  • individuare le opportunità insediative da proporre a possibili investitori.

La Regione Lombardia si impegnerà a garantire:

  • un tutor esterno che aiuti il Comune a dialogare sia con le imprese già presenti sul territorio, sia con i potenziali investitori
  • un’azione di promozione delle opportunità localizzative individuate
  • un team dedicato di supporto composto da membri di Regione Lombardia, Unioncamere Lombardia e Promos
  • un supporto al Comune nel coordinamento della rete territoriale
  • mappatura delle opportunità di insediamento produttivo e/o commerciale (quali vantaggi competitivi, aree libere, siti produttivi dismessi, immobili pubblici) realizzata con modalità e specifiche uniformi, idonee ad alimentare una base di dati regionale.

    FASI DEL PROGETTO

    Fase  1:  ANALISI  DEL  CONTESTO  E  DEFINIZIONE  DELLE  CARATTERISTICHE DELL’ACCORDO  DI ATTRATTIVITÀ
    Raccolta e sistemitizzazione delle informazioni utili per la sua definizione anche attraverso l’organizzazione di incontri sul territorio (investitori, professionisti, comuni, associazioni, ..).

    Fase 2: STRUTTURAZIONE DEGLI ACCORDI PER L’ATTRATTIVITÀ
    Definizione dei requisiti minimi di accesso e della struttura dell’ Accordo per l’Attrattività.

    Fase 3: STRUTTURAZIONE DEL DATABASE DI DESTINAZIONE DELLE INFORMAZIONI RACCOLTE
    Creazione di un database delle opportunità.

    Fase 4: SUPPORTO ALLA DEFINIZIONE DI POSSIBILI MISURE DI INCENTIVAZIONE
    Supporto a Regione Lombardia nella definizione di possibili misure di incentivazione, alla luce anche di best practice internazionali, che i Comuni partecipanti potrebbero implementare per attrarre nuovi capitali e/o favorire l’ampliamento di chi ha già investito sul territorio.

    Fase 5: SUPPORTO NELLA PROMOZIONE E SOTTOSCRIZIONE DELL’ACCORDO PER L’ATTRATTIVITÀ
    Momenti di presentazione sul territorio per l’individuazione dei Comuni sottoscrittori

    Fase 6: MAPPATURA DELLE OPPORTUNITÀ DI INVESTIMENTO
    Raccolta e sistematizzazione dei dati presentati dai Comuni, secondo lo standard predefinito da Regione Lombardia con il supporto di Promos.

    FASE  7:  ACCOMPAGNAMENTO  E  FORMAZIONE  DEI  COMUNI  ADERENTI  AGLI  ACCORDI  NELLA STRUTTURAZIONE DI SERVIZI DI ASSISTENZA AGLI INVESTITORI

    • Presentazione delle opportunità di investimento individuate agli investitori
    • Gestione dell’interfaccia tra potenziali investitori italiani e esteri e i comuni identificati
    • Supporto  al  Comune  nell’identificazione  di  figure  “tutor”,  individuate  all’interno  del  Comune,  che  si occuperanno di gestire, in coordinamento con il team Invest in Lombardy, le assistenze agli investitori
      • Realizzazione di un documento di sintesi (kit promozionale) sulle opportunità localizzative (aree/siti), i vantaggi competitivi dell’economia locale e le agevolazioni messe a disposizione dal Comune
      • Impaginazione e creazione del layout grafico del booklet che raccoglie tutte le opportunità di investimento mappate nel comune stesso
      • Traduzione in lingua inglese dei materiali
      • Stampa dei materiali
      • Caricamento dei documenti sul sito Invest in Lombardy.Formazione dedicata alle figure “tutor” sui fabbisogni informativi dell’investitore e sulla gestione degli investitori (kit per la gestione dell’investitore)
        • Strutturazione e condivisione con la figura “tutor” di un kit per la gestione dell’investitore
        • Eventuale coordinamento degli angeli antiburocrazia in supporto a comuni e imprese.