Cambio gomme invernali, cosa c’è da sapere in questo periodo di quarantena

14
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Parliamo del cambio gomme invernali, un argomento che pone molti interrogativi agli automobilisti, soprattutto in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo. L’emergenza del Coronavirus, tra le tante conseguenze, ha infatti fatto slittare moltissime scadenze; un espediente utilizzato dal Governo per agevolare i cittadini in questo momento non solo di crisi sanitaria, ma anche di crisi economica.

Sono previste proroghe della scadenza anche per il cambio delle gomme invernali? Scopriamo insieme tutte le informazioni utili su questo argomento, con l’obiettivo di preparare tutti gli automobilisti alle prossime scadenze previste dalla legge.

Cambio gomme invernali e cambio gomme estive

Lo scorso 15 Novembre è scattato l’obbligo in quasi tutto il territorio italiano di effettuare il cambio degli pneumatici invernali. La possibilità di montaggio è invece iniziata a partire dal 15 di Ottobre. Tramite questa legge, tutti gli automobilisti hanno dovuto montare sulla propria automobile le gomme con la dicitura M+S, ovvero Mud and Snow (fango e neve). Un obbligo previsto per la circolazione su strada senza il rischio di multe e sanzioni. Secondo la legge, al posto degli pneumatici invernali è possibile avere a disposizione all’interno del bagagliaio della macchina le catene da neve, da utilizzare solo nei casi di necessità.

L’obbligo di disporre delle gomme invernali o delle catene a bordo della macchina termina il prossimo 15 Aprile 2021. Per adeguarsi alla legge gli automobilisti hanno a disposizione 30 giorni di tempo e dunque il cambio gomme deve avvenire entro il 15 Maggio 2021. Le gomme estive sono obbligatorie? Sì, tranne in alcuni casi specifici.

Chi è esente dal cambio dal passaggio alle gomme estive

Come detto, il passaggio dalle gomme invernali a quelle estive è obbligatorio e deve essere effettuato tra il 15 di Aprile e il 15 di Maggio. Esistono però due eccezioni a questa normativa, ovvero due casi in cui gli automobilisti non sono obbligati ad effettuare il cambio.

Il primo caso è quello in cui si disponga di un set di gomme 4 stagioni. Si tratta di una tipologia di pneumatici che, come il nome suggerisce, riesce ad adattarsi a tutte le stagioni di un anno. Sono quindi una via di mezzo tra le gomme tradizionali, adatte per un uso estivo, e le gomme invernali, indispensabili nella stagione più fredda. Questa tipologia di gomme garantisce un’adeguata sicurezza su fondo innevato o ghiacciato, senza però avere tutti gli svantaggi che hanno le gomme invernali durante l’estate. Come detto, chi utilizza pneumatici 4 stagioni non dovrà effettuare il cambio di gomme previste dalla legge.

Esiste però una seconda eccezione. Possono utilizzare le gomme invernali anche dopo il 15 di Maggio gli automobilisti che dispongono di gomme con un indice di velocità pari o superiore a quello riportato dalla carta di circolazione.

Come riconoscere l’indice di velocità e capire se rientrate tra i casi di esenzione dal cambio gomme? Niente di più semplice. Vi basterà individuare il codice alfa numerico presente sul fianco delle vostre gomme. Questo codice indica la massima velocità alla quale è possibile viaggiare con i vostri pneumatici. Tanto per fare qualche esempio, la lettera T indica una velocità massima di 190 km/h, mentre la lettera Q è relativa ad una velocità massima di 160 Km/h.

Sanzioni

Come previsto dal Codice della Strada, chi non si adegua in tempo al cambio gomme invernali rischia una pesante sanzione. La multa va da 41 a 168 Euro se venite fermate all’interno di un centro abitato; se invece state viaggiando fuori da un centro abitato al momento del controllo, rischiate una sanzione tra gli 84 e i 355 Euro. Inoltre l’agente che effettua il controllo può anche disporre il fermo del veicolo fino alla messa in regola.

Differenze tra gomme invernali e gomme estive

Le gomme invernali e le gomme estive si differenziano sotto molteplici punti di vista. La prima grande differenza riguarda i tasselli: le gomme estive hanno tasselli pieni, mentre quelle invernali presentano dei sottili tagli che consentono allo pneumatico di fare presa sulla neve. Le gomme invernali presentano anche tre scanalature longitudinali al fine di risolvere al meglio il famoso problema dell’acquaplanig. In ultimo, è importante sottolineare che anche la miscela delle due tipologie di gomme è molto diversa: gli pneumatici invernali hanno molta più gomma naturale, al fine di rendere i battistrada molto più elastici.

Quanto costa il cambio gomme e alcuni consigli per risparmiare

Arriviamo al dunque, ovvero ad uno degli aspetti che maggiormente interessa gli automobilisti. Quanto costa il cambio gomme? Il costo relativo a questo servizio si basa su tre variabili: la tipologia di gomme acquistate, il montaggio e l’eventuale custodia delle gomme.

Per quanto riguarda il costo delle gomme, uno pneumatico estivo ha un prezzo che varia tra i 70 e i 140 Euro; il costo per il montaggio varia da città a città e generalmente di aggira intorno ai 30 euro, mentre la custodia ha un prezzo medio di 40 Euro.

Si tratta di una spesa da mettere in conto per l’utilizzo dell’automobile, anche se ci sono alcuni piccoli consigli che possiamo darvi per risparmiare.

· Confrontate sempre i prezzi delle gomme online. L’era moderna e il mondo dell’e-commerce ha il notevole vantaggio di permetterci di confrontare i prezzi tra i tanti rivenditori. Uno stesso prodotto può avere un prezzo molto inferiore se comprato online o dal vostro gommista di fiducia. È sufficiente un piccolo controllo su Internet per esempio a questo sito gommejohnpitstop dove troverete offerte speciali a voi dedicate!

· Considerate l’idea di acquistare pneumatici usati. In questo modo si può risparmiare moltissimo, a patto che ispezionate bene il prodotto prima di acquistarlo.

· Se avete a disposizione un garage, potete custodire voi stessi gli pneumatici durante i mesi dell’anno in cui non vi servono.

· Se non siete soliti viaggiare molto e avete una macchina piccola, meglio optare per le gomme 4 stagioni. Ricordate che gli pneumatici 4 stagioni hanno una durata media inferiore del 10/15% rispetto alle gomme stagionali, ma vi permetteranno di risparmiare molto sui cambi gomme annuali.