Covid, Ats Bergamo: ‘Continua discesa della curva pandemica’

9
Doctors and nurses wearing protective suits and masks at work inside the intensive care unit of the Bolognini hospital in Seriate, near Bergamo, northern Italy, 13 March 2021. Most of Italy is expected to be a COVID-19 red zone next week, due to a sharp rise in contagion and new rules the government is expected to apply on how to classify regions in the nation's tiered system of coronavirus-linked restrictions. ANSA/ FILIPPO VENEZIA
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

I nuovi casi di positività al Covid-19 sono diminuiti di 100 nell’ultima settimana a Bergamo, con una discesa del 5%. La curva continua a decrescere nella provincia più colpita dalla prima ondata di coronavirus: la settimana prima i casi avevano registrato un -213, pari al -9%.

 Lo rende noto Ats Bergamo. La media giornaliera di nuovi casi scende a 278 dal valore di 293 nella settimana precedente.

    “Ciò appare corroborare ulteriormente i segnali osservati da due settimane, mostranti un rallentamento della curva epidemica – fa sapere Ats -. Il valore di incidenza complessivo settimanale, a livello provinciale, scende dai 197 casi di due settimane fa e dai 178 della scorsa settimana ai 170 per 100.000 abitanti del periodo in osservazione. Le aree critiche sono rappresentate tuttora dagli Ambiti confinanti con la provincia di Brescia e con quella di Cremona. Il numero di Comuni con zero casi incidenti sale a 50. In sintesi, la situazione complessiva della terza ondata in provincia di Bergamo pare tendere, superata la fase di plateau, ad un decremento, per ora in fase iniziale, che necessita di un consolidamento più stabile”.
(ANSA).