Fra Malpensa e New York ora voli ‘Covid tested’

17
Health workers collect swabs and conduct tests on passengers for coronavirus disease (COVID-19) positivity at the Malpensa airport in Milan, Italy, 20 August 2020. ANSA / MATTEO BAZZI
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Tampone negativo fatto nelle 48 ore precedenti al volo: è quanto dovranno presentare i passeggeri dei collegamenti fra Milano e New York e viceversa. A dare il via libera alla sperimentazione è l’ordinanza firmata ieri dal ministro della Salute Roberto Speranza, per garantire voli intercontinentali più sicuri che resterà in vigore almeno fino al 30 giugno. In particolare, i passeggeri in arrivo a Malpensa, avranno la possibilità di evitare la quarantena o l’isolamento fiduciario, previsto per chi arriva dagli Usa, effettuando un test antigenico (RADT) in aeroporto.
“Il risultato è stato frutto di un impegno congiunto con i Ministeri della Salute e dei Trasporti assieme alla Regione Lombardia – ha sottolineato Armando Brunini, Amministratore Delegato SEA, la società che gestisce gli scali milanesi – che ringraziamo per il lavoro di questi mesi”.
“Milano New-York – ha ricordato – è la destinazione intercontinentale con maggior numero di frequenze e di passeggeri. Ci auguriamo che questa sperimentazione sia il primo passo per un allargamento delle destinazioni Covid-Tested che riteniamo fondamentali per sostenere il traffico in questo periodo ancora molto difficile della pandemia”.
A Malpensa i passeggeri in partenza per qualsiasi destinazione possono effettuare un tampone antigenico a pagamento in area check in. (ANSA).