Il punto in Lombardia

4
L'ingresso dell'Ospedale Sacco a Milano, 2 novembre 2020.ANSA/Mourad Balti Touati
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Sono 8.180 i nuovi contagiati in Lombardia, di cui 3.148 nella sola provincia di Milano, con un aumento di 56 pazienti in terapia intensiva. Il dato che conforta è il rapporto tra positivi e tamponi effettuati in Lombardia, sceso dal 23.2% di ieri al 15,5% di oggi.
A lanciare invece un allarme drammatico è stato Davide Galimberti, sindaco di Varese, al centro di un territorio dove sono in forte crescita i contagi da coronavirus (oggi +943) e i ricoveri. “I nostri ospedali – ha detto il sindaco – stanno raggiungendo la saturazione, non c’è più posto. Da Busto Arsizio a Varese, fino a Tradate, gli ospedali sono sotto pressione”.
Tante anche le vittime, oggi 152. Una coppia di coniugi è deceduta ieri, quasi alla stessa ora, per coronavirus al policlinico di San Donato Milanese. Il marito aveva 75 anni e la moglie 77. La donna era entrata in ospedale in condizioni di salute più gravi, già con una polmonite bilaterale.
Un botta e risposta si è registrato tra il virologo Roberto Burioni e il San Raffaele, che ha preso le distanze da un tweet del professore che aveva scritto sul noto social “basta bugie” sui pronto soccorso. Il Gruppo San Donato e l’università Vita-Salute San Raffaele hanno invitato Burioni “a considerazioni più rispettose della verità e del lavoro altrui”.
Sul fronte giudiziario, continuano le indagini sul lanciarazzi ritrovato ieri al Niguarda di Milano. Secondo quanto risulta dalle prime analisi effettuate dalla Digos, si tratta di un’arma vera ma vecchia e inefficiente, quindi inoffensiva.
Secondo gli inquirenti si tratterebbe di “un gesto dimostrativo” da collegare alle tensioni dovute all’emergenza sanitaria.
Causa Covid, infine, la Filarmonica della Scala ha cancellato tutti i concerti in programma in autunno e soprattutto ha posticipato l’inaugurazione della stagione 2020/2021 dal 14 dicembre a febbraio. (ANSA).