Latte: innovazione produttiva al centro scambi Italia-Pakistan

7
Un lavoratore indiano al lavoro in una stalla nel comune di PIeve d'Olmi, in provincia di Cremona. ANSA/ RAFFAELE RASTELLI
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Analizzare le tendenze e l’innovazione può essere la modalità migliore per comprendere il futuro di un settore economico rilevante e dinamico come quello lattiero-caseario, dalle forti connotazioni internazionali.
Queste le tematiche trattate dal webinar “Innovation in dairy products and emerging trends in dairy sector”, organizzato dalla Pakistani Dairy Association con la collaborazione di CremonaFiere e Unido.

In un secondo appuntamento, già fissato, Cremonafiere, sempre in collaborazione con Unido, presenterà un programma che metterà a fuoco le tecnologie da implementare in Pakistan (quarto produttore di latte a livello mondiale) per la produzione, la gestione e la trasformazione del latte. Valido segmento in cui investire con un potenziale di crescita significativo.

    Le Fiere Zootecniche di Cremona sono impegnate a promuovere all’estero il modello produttivo agroalimentare italiano, adottato dalle imprese, favorendo il consolidamento e lo sviluppo economico-commerciale. Attività che ha portato nelle diverse edizioni della Fiera a numerosi incontri d’affari tra aziende con la collaborazione di attori come l’Italian Trade Agency. CremonaFiere ha pertanto confermato anche in “versione online” l’importanza dei concetti di internazionalizzazione e network, in attesa della prossima edizione 2021 che avrà luogo dal 2 al 4 dicembre.
“Nonostante tutte le difficoltà – ha spiegato Massimo De Bellis, Direttore di CremonaFiere- crediamo fortemente nelle potenzialità e nella competitività del sistema agro-zootecnico italiano sui mercati esteri. Per questo abbiamo aderito volentieri all’iniziativa della Pakistani Dairy Association, un’azione diretta e concreta che contiamo di far proseguire con nuove iniziative già nei prossimi mesi”. (ANSA).