L’iniziativa di solidarietà dell’Advisory Board di Assolombarda per sostenere i più fragili e scaldare il Natale

21
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Gabriella Magnoni Dompé: “Iniziative come questa testimoniano il valore della responsabilità sociale come asset intangibile dell’azienda”

In occasione del Natale, l’Advisory Board di Assolombarda per la Responsabilità
Sociale delle imprese, promuove “Capi sotto l’albero”, un’iniziativa di solidarietà per rispondere in maniera concreta alla difficoltà di molte famiglie e di persone “senza dimora” di avere capi invernali per affrontare le rigide temperature del periodo.
Il progetto ha coinvolto grandi imprese del settore tessile e moda, disponibili a donare capi di abbigliamento invernali a favore di diverse realtà del terzo settore di Milano, Monza e Brianza, Lodi e Pavia, che si occupano di distribuzione di beni di prima necessità e di vestiti alle fasce più vulnerabili della comunità. “L’arrivo della stagione invernale rappresenta, da sempre, un momento particolarmente difficile per le fasce
più fragili della popolazione, perché porta con sé il gravoso problema del freddo – ha dichiarato Gabriella Magnoni Dompé, Presidente dell’Advisory Board per la Responsabilità Sociale delle Imprese di Assolombarda -. Inoltre, la pandemia ha ulteriormente aggravato la situazione economica e sociale di molte
persone, andando purtroppo ad aumentare il numero di disoccupati e dei senzatetto su tutto il territorio. In questo scenario difficile, sono molte le imprese che si sono impegnate a favore della comunità, nella quale operano, con l’obiettivo di costruire uno sviluppo inclusivo e sostenibile. Questa è anche una delle missioni
del nostro Board, che ci ha portato in vista del Natale a fare qualcosa di concreto per gli altri grazie alla generosità degli imprenditori, che hanno aderito all’iniziativa e che ringrazio. Donne e uomini di impresa per i quali la responsabilità sociale è un valore e un asset intangibile dell’azienda. D’altra parte, è proprio questo
il senso più autentico del Natale: gratuità del dare, quindi di donarci agli altri”.
Al progetto, hanno aderito Brunello Cucinelli; Ermenegildo Zegna; Etro; Loro Piana; Maglificio Mapier; Moncler; Petit Bateau; Save the Duck; Thecorner.com. Le realtà destinatarie del terzo settore ad oggi individuate sono: la Parrocchia San Michele e Santa Rita, nel quartiere Corvetto a Milano; l’organizzazione
di volontariato La Speranza (Corsico – MI); la Società di San Vincenzo De Paoli a Monza e Brianza; la Chiesa del Santissimo Salvatore (Pavia) e Famiglia Nuova Società Cooperativa Sociale Onlus (Lodi). Per l’iniziativa
sono stati raccolti: coperte, piumini, maglieria, pantaloni per donna, uomo e bambino per un totale di oltre un migliaio di capi donati