Lombardia accelera su rimpasto, Moratti in pole

25
Letizia Moratti, presidente del Consiglio di Gestione di Ubi Banca, in occasione del convegno "Strategic Risk Governance e Sostenibilita'" organizzato da Ubi Banca, Milano, 3 ottobre 2018. ANSA / MATTEO BAZZI
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

In Lombardia si accelera sul rimpasto di Giunta, che potrebbe chiudersi già nel fine settimana con l’ingresso in Regione di big del calibro di Letizia Moratti. L’ex ministro, ex presidente Rai, ex sindaco di Milano è infatti in pole position tra le figure che potrebbero prendere il posto dell’assessore al Welfare Giulio Gallera da cui la Lega – partito di maggioranza relativa in Regione – ha pubblicamente preso le distanze dopo le sue giustificazioni sui ritardi nella partenza delle vaccinazioni anti-Covid dovute anche ai medici in ferie.

Senza contare che dallo scorso ottobre Moratti non è più presidente di Ubi.  Fra i nuovi arrivi con esperienze di governo l’ex ministro della Famiglia Alessandra Locatelli, l’ex sottosegretario Guido Guidesi assessore o sottosegretario con delega economica.

In uscita ci sarebbero invece l’attuale assessore al Welfare Giulio Gallera e le leghiste Silvia Piani (Famiglia) e Martina Cambiaghi (Sport). A sostituire Cambiaghi allo Sport sarebbe l’ex campione olimpionico di canoa Antonio Rossi (Lombardia Ideale), che da sottosegretario regionale ai Grandi eventi sportivi verrebbe ‘promosso’ ad assessore. Quest’ultimo schema potrebbe cambiare se Gallera dovesse riuscire nell’intento di restare in Giunta ma con una delega di minor peso, ipotesi però al momento esclusa. A quel punto l’assessore al Welfare potrebbe sostituire la collega di partito Melania Rizzoli all’Istruzione, mentre quest’ultima passerebbe alla Cultura al posto di Stefano Bruno Galli (Lombardia Ideale), per il quale si profilerebbe un ruolo da sottosegretario alle Riforme