Milano rinnova il suo impegno per la riqualificazione del Monte Stella

25
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

Milano continua la sua azione di valorizzazione e manutenzione della Montagnetta di San Siro. È stata presentata questa mattina, a Palazzo Marino, la nuova edizione del progetto  “Monte Stella: modello di tutela condivisa tra partecipazione e territorio”. A illustrare i contenuti dell’edizione 2022 l’assessora all’Ambiente e Verde Elena Grandi con Stefano Oldani, Presidente Ambienteacqua ONLUS.

Oltre all’Assessorato all’Ambiente e Verde del Comune di Milano e il Municipio 8, il progetto vede coinvolti diversi partner: Ambienteacqua Onlus (capofila), AGRIPORTO, AIPIN Associazione Italiana per l’ingegneria Naturalistica, CAI Milano, Fondazione dell’Ordine degli Architetti di Milano, GALLAB e Non Riservato. Ai fondatori si affiancano poi altre importanti realtà come: APS ed Ente Morale GNGEI – Sezione di Milano, Istituto di Istruzione Superiore G. Cardano, IIF – Istituto Italiano di Fotografia, APAM – Associazione Produttori Apistici della Provincia di Milano, LIPU –Sezione di Milano, ODV Associazione Tecnici Senza Barriere, CAI SEM – Sezione Società Escursionisti Milanesi, Villaggio della Madre e del Fanciullo Onlus e AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla, AIAS Milano Onlus, ANMIC Associazione Nazionale Mutilati e Invalidi, Unione italiana Ciechi e Ipovedenti e Museo di Storia Naturale di Milano.

“Il Monte Stella, che i milanesi chiamano la montagnetta di San Siro, è un luogo unico e molto amato – dichiara l’assessore all’Ambiente e Verde, Elena Grandi –. Una vera e propria collina verde, un parco ricco di alberi, prati, sentieri, spazi di sosta, nato su quello che era un ammasso di macerie prodotte dai bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Un luogo dove la bellezza ha vinto sulla distruzione. Il progetto è frutto di una bellissima sinergia tra pubblico e privato, imprese e associazionismo, reti di quartiere e scienziati, agronomi, paesaggisti. La volontà di far conoscere, tutelare e valorizzare la biodiversità, gli ecosistemi, i sistemi di drenaggio, i percorsi, gli alberi, la fauna del parco, fanno di questo progetto, che si incrementa di anno in anno, un modello virtuoso e vincente. Un modello, fortemente sostenuto dall’Amministrazione, che si sta diffondendo in molte aree verdi di Milano a riprova che la cura del verde e del paesaggio sta diventando sempre più un’azione condivisa tra istituzioni, associazioni del territorio e cittadini”.

“Il Municipio 8 – sottolinea Giulia Pelucchi, Presidente del Municipio 8 – ritiene fondamentale la prosecuzione di un progetto che negli anni ha portato diverse iniziative e sviluppo di progettualità innovative all’interno del parco e che ha visto crescere il numero di associazioni che hanno aderito alla rete. Una rete che ha a cuore uno degli spazi più preziosi e caratteristici del nostro territorio. Il nostro impegno di supporto alla rete proseguirà in un’ottica di tutela, cura, vivibilità e conoscenza del Parco Monte Stella”.

Per Stefano Oldani, Presidente Ambienteacqua ONLUS, si tratta di “un’iniziativa giunta al quarto anno che pone al centro la biodiversità e la sostenibilità in uno dei parchi più rappresentativi della città. Così il Monte Stella è diventato un luogo in cui sperimentare nuove modalità per affrontare le sfide ambientali. Perciò, una particolare attenzione sarà rivolta ai servizi ecosistemici e alla tutela della biodiversità, due aspetti chiave per rendere Milano sempre più sostenibile e proiettata verso il futuro. Sicuramente, l’aspetto più rappresentativo di tutto ciò è il percorso avviato per l’istituzione e lo sviluppo della nuova Oasi Urbana del Monte Stella. Il progetto ha anche una parte sociale e di inclusività, che riteniamo essenziale, perché la tutela dell’ambiente passa anche dal coinvolgimento di tutte le persone. Un parco sempre più a misura di tutti gli esseri viventi che coabitano con noi e sempre più curato e salvaguardato dai cittadini”.

Sin dall’esordio nel 2019 l’obiettivo del progetto Monte Stella è stato ripristinare e mettere in sicurezza i microdissesti, riqualificando in tal modo anche gli ambienti semi-naturali, con particolare attenzione alla componente vegetale e ai principi di invarianza idraulica. Le azioni poste in essere sono state volte prevalentemente al miglioramento della qualità biologica del parco, con il conseguente rafforzamento della componente vegetale.

Per il 2022 gli obiettivi sono la prosecuzione del miglioramento del Monte Stella sia dal punto di vista strutturale che della fruizione del sito. Si intende sperimentare in loco nuove modalità di gestione della biodiversità e del verde urbano, con particolare attenzione al recupero e allo sviluppo dell’Oasi Urbana tutelando la componente delle specie sinantropiche. Il progetto si propone finalità anche socioeducative, come contribuire al recupero della socialità del quartiere attraverso il coinvolgimento abitanti della zona, facendo riscoprire loro la montagnetta come uno degli elementi più rappresentativi del quartiere. Coinvolti anche i residenti delle case ERP attraverso incontri per la diffusione di buone pratiche sulla gestione del verde condominiale e sulla creazione di piccoli orti condivisi per migliorare il decoro e la fruizione dei cortili degli stabili.

Confermata la collaborazione con le scuole del quartiere, per sensibilizzare i giovani milanesi all’importanza della conservazione e tutela dell’ambiente e della biodiversità urbana, a cominciare proprio da un luogo simbolo.

Il progetto “Monte Stella: modello di tutela condivisa tra partecipazione e territorio” può contare sul sostegno di MM SpA e Levissima.