-VACCINAZIONI ANTI-COVID, MORATTI ALLA FABBRICA DEL VAPORE: VICINI A CITTADINI E OPERATORI SANITARI IN UNA FASE CRUCIALE DELLA CAMPAGNA

16
Letizia Moratti durante il consiglio Regionale della Lombardia a Palazzo Pirelli a Milano, 2 febbraio 2021.ANSA/Mourad Balti Touati
Agenzia immobiliare Milano vendita acquisto case immobili di pregio

La vicepresidente e assessore al Welfare di Regione Lombardia, Letizia Moratti, ha visitato oggi il centro vaccinale allestito a Milano alla Fabbrica del Vapore di via Procaccini 4. Era accompagnata dal direttore generale dell’Asst Fatebenefratelli Sacco, Alessandro Visconti.

L’hub, che è gestito dall’Asst, presenta 15 linee per anamnesi. Oltre a 12 linee dedicate alla somministrazione vaccinale in grado di dispensare fino a 1.200 dosi al giorno.

UNA VISITA PER RINGRAZIARE, TOCCHEREMO 2.000.000 DOSI – “Si è trattato di una visita – ha commentato Letizia Moratti – volta soprattutto a ringraziare tutti gli operatori che quotidianamente si prodigano per far funzionare al meglio il centro, in una fase cruciale della campagna vaccinale. In questi giorni infatti toccheremo in Lombardia 2.000.000 di dosi somministrate, terminando la vaccinazione degli over 80 e del personale scolastico. Ed avviando da lunedì la fase dedicata ai settantenni”.

ALLA FABBRICA IMPEGNATI 80 MEDICI, 69 INFERMIERI, 12 AMMINISTRATIVI E 11 VOLONTARI – Alla Fabbrica del Vapore sono attualmente impegnati 80 medici, 69 infermieri, 12 tecnici amministrativi, 11 volontari non sanitari.

In occasione della campagna vaccinale massiva anti-Covid, le linee operative presenti potranno essere incrementate ulteriormente per arrivare a 25, così da consentire la somministrazione fino a 3.500 dosi giornaliere.

OBIETTIVO 144.000 DOSI AL GIORNO – “Dopo aver da tempo terminato la vaccinazione nelle residenze per anziani e delle Forze dell’ordine – ha detto la vicepresidente di Regione Lombardia – apriremo l’attività di 85 hub. Così da procedere alla campagna di vaccinazione massiva che, secondo il piano del generale Figliuolo, potrebbe portarci ad effettuare fino a 144.000 somministrazioni quotidiane. Se saremo forniti di vaccini a sufficienza, potremo concludere questa fase entro metà luglio avendo somministrato almeno la prima dose di vaccino a 6,6 milioni di cittadini lombardi”. (LNews)